http://circolocabana.sitiwebs.com/


Non si può morire così...
Stefano Frapporti era un muratore di 48 anni. Il 21 luglio 2009 andava in giro in bicicletta quando è stato fermato da due carabinieri in borghese per un'infrazione stradale. Portato in carcere perché sospettato di spaccio non uscirà mai vivo dalla cella.

Questo blog nasce dalla volontà della famiglia di ottenere chiarezza su quel che è successo a Stefano e per chiedere che venga fatta giustizia.



ASSEMBLEA PUBBLICA TUTTI I MARTEDI' DALLE 20.00 ALLA SEDE DELL'ASSOCIAZIONE "STEFANO FRAPPORTI" IN VIA CAMPAGNOLE 22.

venerdì 19 agosto 2011

Presidio al carcere di Trento - 3 settembre 2011


2 commenti:

  1. ELKE MEYVIS.
    I comunisti un tempo mangiavano i bambini. Ora mangiano le bacche:



    http://italy.indymedia.org/node/1647

    RispondiElimina
  2. ***LEGGETE QUESTO ARTICOLO DI NOCENSURA.COM******

    http://www.nocensura.com/2012/01/unassociazione-di-poliziotti-sferra-un.html

    RIGUARDA GLI ATTACCHI RICEVUTI DAL QUESTORE DI ROMA DA UNA ASSOCIAZIONE DI POLIZIOTTI, COLPEVOLE DI AVER INIZIATO A PUNIRE COLORO CHE COMMETTONO IRREGOLARITA'!!! GLI DANNO ADDOSSO SULLA STAMPA PER INDURLO A NON PUNIRE GLI AGENTI COLPEVOLI, ADDOSSANDO A LUI TUTTE LE COLPE DEI PROBLEMI DELLA CAPITALE, SENZA NEMMENO CITARE I TAGLI DEL GOVERNO

    IL QUESTORE TAGLIENTE VA SOSTENUTO, è L'UNICO CHE HA IL CORAGGIO DI PUNIRE CHI SBAGLIA MI RACCOMANDO!!!

    RispondiElimina